Sub-pages

Che cos’è l’influenza?

L’influenza è una malattia respiratoria contagiosa causata dall’infezione da virus influenzale. In Europa si diffonde in epidemie annuali periodiche nella stagione invernale. Queste epidemie sono associate a elevati tassi di ricoveri ospedalieri e mortalità.

Secondo le stime, nei paesi dell’UE/SEE che partecipano alla rete EuroMOMO (1) il tasso di mortalità dovuto all’influenza è arrivato a 25 decessi ogni 100 000 persone nelle stagioni influenzali 2016/2017 e 2017/2018 (2).

Anche gli animali possono ammalarsi di influenza, infettando talvolta le persone, come nei casi dell’influenza aviaria e di quella suina.

Oltre alle epidemie stagionali, occasionalmente nuovi virus influenzali possono emergere e causare pandemie. Per pandemia si intende la rapida diffusione di una nuova influenza umana su scala mondiale. La pandemia influenzale A(H1N1)pdm09 del 2009 ha provocato da 123 000 a 203 000 decessi in tutto il mondo ed è stata associata a un significativo onere socio-economico globale (3).

Le pandemie influenzali si verificano quando compare un nuovo ceppo di un virus influenzale in grado di infettare gli esseri umani, per la maggior parte non immuni, e di passare in modo efficiente da una persona all’altra.

Symptoms of influenza

Quali sono i sintomi dell’influenza?

Non tutti coloro che sono infettati da un virus influenzale si ammalano. Chi si ammala presenta comunemente sintomi quali:

  • febbre o stato febbrile,
  • mal di testa,
  • dolore muscolare,
  • senso generale di malessere,
  • naso che cola,
  • mal di gola,
  • tosse non produttiva.

La malattia varia notevolmente in termini di severità, andando da manifestazioni asintomatiche a forme gravi. In assenza di complicanze i sintomi scompaiono spontaneamente nell’arco di una settimana dalla comparsa.

 

Father and child

Quali sono le complicanze dell’influenza?

Le complicanze dell’influenza comprendono la polmonite e l’encefalite (infiammazione del cervello). Le persone con patologie preesistenti sono esposte a un rischio più elevato di un peggioramento della loro affezione a seguito di un’infezione influenzale.

Come si diffonde l’influenza?

L’influenza si trasmette con facilità da un individuo all’altro, principalmente mediante il contatto diretto con le secrezioni dei pazienti contagiosi, come le goccioline di liquido rilasciate quando tossiscono o espirano. Si diffonde inoltre attraverso le secrezioni presenti sulle mani, sui fazzoletti e sulle superfici che le persone toccano.

Chi è a rischio di contrarre l’influenza?

Ogni anno circa il 20 % della popolazione contrae l’influenza e una persona infetta su quattro sviluppa sintomi. La frequenza di infezione è lievemente più elevata tra i bambini che tra gli adulti.

Le forme gravi e le complicanze sono più comuni nei neonati più piccoli, negli anziani fragili e in alcuni gruppi a rischio medico. Nondimeno, circa la metà dei bambini e degli adulti in età lavorativa che necessitano di un ricovero in terapia intensiva non presenta patologie preesistenti.

process of vaccination illustration

Come si può prevenire l’influenza?

La vaccinazione è il modo più efficace per prevenire l’influenza. Gli Stati membri dell’UE raccomandano la vaccinazione contro l’influenza stagionale per i gruppi a rischio, come gli anziani e gli individui con patologie croniche quali malattie cardiache, diabete o problemi a carico dei polmoni, delle vie respiratorie o del sistema immunitario.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda la vaccinazione anche per gli operatori sanitari. La raccomandazione del Consiglio dell’UE relativa alla vaccinazione contro l’influenza stagionale incoraggia i paesi a migliorare la copertura vaccinale tra gli operatori sanitari.

La maggior parte degli Stati membri dell’UE applica le raccomandazioni dell’OMS di vaccinare le donne in gravidanza e alcuni seguono le raccomandazioni di vaccinare i bambini sani di età compresa tra sei e 59 mesi.

Poiché i virus influenzali sono in costante evoluzione, ogni anno è necessario un aggiornamento dei vaccini contro l’influenza stagionale.

Oltre alla vaccinazione, anche i medicinali antivirali hanno dimostrato di essere sicuri ed efficaci quali misure per prevenire l’infezione da influenza o ridurne la gravità in alcuni ambienti, come le case di cura.

Qual è il trattamento per l’influenza?

Nella maggior parte dei casi di influenza si consiglia ai pazienti il riposo a letto e l’assunzione di molti liquidi per controllare i sintomi. La permanenza a casa riduce al minimo anche il rischio di contagiare gli altri. Qualora le condizioni peggiorino, si raccomanda di consultare un medico.

I medicinali antivirali, assunti il più rapidamente possibile dopo l’insorgenza della malattia, sono sicuri ed efficaci per il trattamento dell’influenza. Tuttavia, generalmente sono raccomandati per i casi gravi o in rapida progressione. Talvolta i pazienti sviluppano complicanze batteriche a seguito di un’infezione influenzale e devono essere sottoposti a terapia antibiotica.

_______________________________________

Riferimenti:

(1) EuroMOMO - European monitoring of excess mortality for public health action: http://www.euromomo.eu/methods/objectives.html

(2) Nielsen J. et al. European all-cause excess and influenza-attributable mortality in the 2017/18 season: should the burden of influenza B be reconsidered? Clinical Microbiology and Infection. 2019; volume 25, numero 10, 1266 – 1276. Disponibile su: https://www.clinicalmicrobiologyandinfection.com/article/S1198-743X(19)30058-8/fulltext

(3) Simonsen L. et al. Global mortality estimates for the 2009 Influenza Pandemic from the GLaMOR project: a modeling study. PLoS Med. nov. 2013; 10(11): e36250. Disponibile su: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3841239/

Per maggiori informazioni visitare il sito web dell’ECDC: https://www.ecdc.europa.eu/en/seasonal-influenza/facts/factsheet

Nota: le informazioni incluse nella presente scheda informativa hanno carattere generale e non dovrebbero essere utilizzate in luogo del giudizio e della competenza professionale di un operatore sanitario.

Altre schede informative

Morbillo

Il morbillo è una malattia virale altamente contagiosa che può essere contratta a qualsiasi età e diffondersi ampiamente.

Pertosse

La pertosse è una malattia batterica altamente infettiva, che coinvolge i polmoni e le vie respiratorie.

Rosolia

La rosolia (morbillo tedesco) è un’infezione virale. Negli individui sani è solitamente una malattia lieve.